venerdì 3 febbraio 2012

Quando insegnare non è un mestiere, ma una vocazione!

Buongiorno amici lettori,
oggi si parla di ... scuola!
No, non preoccupatevi, non correte a nascondervi sotto il banco..nessuna interrogazione a sorpresa nè tantomeno compito di algebra!

Ci rivolgiamo agli insegnanti e a tutti gli educatori che nell'epoca "moderna", svolgono uno dei mestieri più delicati e difficili del momento!
La continua evoluzione intellettiva dei nostri pargoli, sempre piu' avezzi a palmari, internet e qualsivoglia diavoleria tecnoinformatica, ci sta ponendo dinanzi ad un questito basilare : come sarà la scuola del futuro?

Nel frattempo mentre il popolo studentesco e quello docente si arrovella con metodi di studio sempre piu' nuovi ed efficaci(introducendo la Lim nella didattica di tutti i giorni), il lato puramente educativo ed umano del mondo scolastico non sa che tangente prendere....

La pubblicazione libraria, rivolta ai docenti e agli educatori, sta compiendo uno sforzo davvero encomiabile nel fornire loro sussidi e supporti didattico-formativi!

Ecco allora una carrellata di testi che potranno aiutare a capire quale ruolo hanno oggi i docenti nel formae mentis dei nostri figli!



-“La scolopendra non entra in classe” di : Tromellini e Possentini Ed. Mammeonline € 10,00

Un libro che mostra la scuola vista dal basso ovvero con uno sguardo bambino. Perchè i bambini hanno sogni e immaginazione e desideri, che sono da bambini e che spesso la scuola ignora, chiedendo loro di attenersi a tabelle di marcia eccessivamente onerose, in nome di programmi che non sempre rispettano i modi né i tempi dei bambini che sono diversi da un bimbo all’altro. La scuola deve considerare l’individualità dei bambini, tenere presente la loro voglia di crescere e di fare esperienza e dare loro la possibilità di imparare ridendo piuttosto che farlo piangendo.



-“La scuola è bella” di : Donati G. Ed.Rizzoli  € 16,00

Questo è il racconto di una maestra speciale che ha insegnato sino a settant’anni di età e ci racconta la sua lunga carriera tra i banchi, ripercorrendo in questo libro ironico e commovente la storia di una vita e, insieme, quella di una delle istituzioni fondanti dell’identitò italiana. Per ricordarci che, nonstante tutto, la scuola è bella.



-“Noi domani-un viaggio nella scuola multiculturale” di : Ongini V. Ed.Laterza  € 15,00

Dalle montagne del cuneese ai quartieri periferici di Torino, Milano e Roma, dalle scuole dei piccoli indiani sikh, nei paesi della pianura padana, agli esercizi di patriottismo costituzionale nel Salento. Dalla radio libera in un asilo multietnico di Bologna ai viaggi in Cina di studenti e professori toscani, alle maestre poliglotte del quartiere Ballarò a Palermo: un’inchiesta originale sulla scuola che verrà.



-”Fatica sprecata:perché la scuola di oggi non funziona”di:Furedi F. Ed.VitaePensiero € 18,50

Che oggi la scuola sia in grave difficoltà è un’evidenza sotto gli occhi di tutti. Si è insomma di fronte a quello che Frank Furedi chiama “il paradosso dell’istruzione”: mentre investiamo sempre di più nell’insegnamento, le nostre scuole chiedono sempre meno agli studenti.Un libro che fa riflettere e parla in tono diretto non solo agli insegnanti, ma anche a tutti coloro che vivono la scuola e i suoi mille aspetti.



-“Come non farsi bocciare a scuola” di: Rampin e Monduzzi  Ed.Salani  € 12,00

Un manuale pratico, pieno di indicazioni, trucchi e suggerimenti su come scegliere una scuola, come comportarsi in aula, come gestire le relazioni con gli insegnanti, e poi come studiare, affrontare interrogazioni e verifiche, risollevarsi dalle cadute, superare l’ansia da prestazione e soprattutto non farsi bocciare!

Nessun commento:

Posta un commento